Google Penguin: per saperne di più

Google penguin, il nuovo algoritmo di Google introdotto verso fine aprile 2012 ha devastato il web. I seo in questi ultimi anni prendevano con le pinze le dichiarazioni dell’ingegnere di Google, Matts Cutts. Sappiamo bene come molti algoritmi annunciati dall’ingegnere erano solo dei modi per spaventarci, eppure questa volta Google non scherza, è davvero in grado di penalizzare i siti troppo ottimizzati. Ma questo vuol dire che dobbiamo diventare buoni come le pecore e stare attenti a rispettare le regole di Dio Google? No, altrimenti il nostro lavoro di Seo muore. Quindi possiamo continuare a fare tutto ciò che abbiamo fatto prima di aprile, ottenere link, scambiare link, comprare link ecc. Più che altro è importante agire con molta precauzione. Tutto ciò che può sembrare naturale fatelo.

- Se acquistate dei link, Google non lo può scoprire, sopratutto se vi affidate a servizi seri come teliad

- Gli scambi link se vengono fatti con siti della stessa nicchia potete farli tranquillamente, di certo se volete inserire anche qualche link non a tema nessuno ve lo impedisce e Google non penalizza fino a quando non nota un eccesso

- Volete utilizzare software automatizzati per commentare nei blog o forum? Fatelo! i link di bassa qualità sono importanti per la crescita del vostro sito, più che altro dovete stabilire una strategia seo per non superare i limiti consentiti.

Ad esempio potete fare in modo di ottenere un 70% di link da siti della stessa nicchia mentre il 30% restante di link può essere non a tema

 

Inoltre potete pensare di ottenere un 70% di link da siti / pagine di buona e media qualità, mentre il restante 30% di link può essere di bassa qualità (commenti in blog e forum tramite software automatizzati tipo xrumer)

Ricordate che Google riconosce anche la provenienza dei link che ricevete, quindi:

Potete ottenere un 70% di link provenienti dalla vostra nazione (ovvero da siti Italiani nel nostro caso) ed il restante da siti internazionali

Le mie sono semplicemente delle percentuali basate su un mio modo di vedere le cose, ovvero basandomi su quello che potrebbe essere l’equilibrio e il limite che Google tollera. Google sà benissimo quando un sito è troppo ottimizzato quindi potrebbe essere ottimizzato anche seguendo alla lettera tutte le sue istruzioni, che in tal caso non indurrebbe in penalizzazioni, ma neanche in crescite ottimali

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultimi post

Corso Web Marketing Strategy Padova

Per chi lavora nel campo del web marketing, vorrebbe lavorarci o coglie ora più

Le strategie di link building

Le strategie di link building molto spesso sono portate avanti in modo a dir poc

Info

RYHAB S.a.s.
Via Croce di Piperno,6
(80126) Napoli
Telefono: 081 588-11-68
Fax: 081 214-28-80