Screenwise: Google paga per spiare

Screenwise: nuovo progetto di Google per l’indicizzazione

Google lancia un nuovo progetto, per cercare di capire meglio come navigano ogni giorno gli utenti sul web. La nuova sfida dell’azienda di Mountain Views si chiama Screenwise e consiste in pratica in un’estensione per il browser Google Chrome, grazie al quale sarà possibile capire cosa si cerca sul web, quali sono i siti considerati più popolari e come gli utenti navigano all’interno di un sito web.
Per partecipare all’esperimento è necessario avere un account Google, avere più di 13 anni ed iscriversi alla sezione dedicata; al momento dell’iscrizione Google regala subito 5 dollari da spendere su Amazon e poi altri 5 una volta scaricata l’applicazione per altri 3 mesi.
Per il momento l’iniziativa è riservata alla sola utenza USA, e probabilmente rimarrà tale, ma l’iniziativa sta già suscitando molto interesse anche perché finisce con il riferirsi a due importanti aspetti del web, ovvero il rapporto economico con il fornitore e la privacy.
Sebbene infatti questa “indagine di mercato” di Google si basi sull’opt-in, ovvero sulla volontarietà degli utenti, in molti si sono chiesti se la pratica messa in campo da Google possa effettivamente accordarsi con le nuove norme della politica sul trattamento dei dati.
Ma questo non è il solo interrogativo, visto che altri si sono domandati cosa Google voglia sapere di più circa il comportamento dei propri utenti, visto che di fatto dovrebbe già saperlo.
Da Google è arrivata pronta la risposta:
Come molte altre compagnie web e media, facciamo ricerche per migliorare i servizi dei nostri utenti e per saperne di più sull’utilizzo dei media, sul web e altrove. Questo pannello è una delle piccole cose che abbiamo cominciato all’inizio dell’anno. Naturalmente, aderire è del tutto facoltativo. Le persone possono scegliere di partecipare se sono interessate, o attratte dai regali, e tutti coloro che partecipano avranno completa trasparenza e controllo su ciò che il controllo del pannello comporta. Le persone possono rimanere sul pannello fintanto che lo desiderano e lasciare in qualsiasi momento”.
Alcuni hanno scoperto come Screenwise sia più di un’estensione per il browser, visto che esiste anche la possibilità, per tutti coloro che vogliono guadagnare 100 dollari subito e altri 20 al mese, di installare una scatola nera detta Screenwise Data Collector, che consente di registrare tutti i movimenti.
Per il momento Screenwise ha raccolto le registrazioni di 2.500 persone e la sua finalità appare abbastanza chiara: il desiderio di Google di dotarsi di uno strumento di indagine per procedere poi all’unificazione dei profili utenti di tutti i servizi.

Il successo di questo progetto? Al momento, tramite il proprio archivio di mail e gli inviti, Google ha già registrato 2.500 persone. L’idea è abbastanza comprensibile: nella grande opera di unificazione dei profili utenti di tutti i servizi Google, uno strumento di indagine come questo potrebbe permettere di capire meglio il comportamento di utenze prima spezzettate in mille sfaccettature.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultimi post

Corso Web Marketing Strategy Padova

Per chi lavora nel campo del web marketing, vorrebbe lavorarci o coglie ora più

Le strategie di link building

Le strategie di link building molto spesso sono portate avanti in modo a dir poc

Info

RYHAB S.a.s.
Via Croce di Piperno,6
(80126) Napoli
Telefono: 081 588-11-68
Fax: 081 214-28-80