Aggiornamenti di stato a pagamento: Facebook testa gli highlights

In fase di test la funzionalità facebook highlights per evidenziare aggiornamenti e links

Se il titolo di questo post vi sta facendo inorridire pensando al fatto di dover pagare per scrivere ogni minuto della vostra giornata su facebook potete stare tranquilli perchè gli aggiornamenti di stato tipo “sto andando a fare la spesa” restano gratuiti…
Quello a cui si riferisce il test, che è attualmente attivo in Nuova Zeland,a sono gli highlights vale a dire la possibilità di pagare circa 2$ per mettere in evidenza un post importante o un link da noi condiviso. Il nuovo strumento “servirà a valutare l’interesse degli utenti per modalità di condivisione a pagamento”, come ha dichiarato Mia Garlick, manager della divisione Communications di Facebook.
Praticamente se vogliamo condividere uno stato o una notizia di particolare rilievo facendo in modo che questa resti in evidenza sulla bacheca dei nostri contatti allora dovremo versare la suddetta somma tramite carta di credito o paypal.
Sappiamo bene che attualmente ciò che vediamo in rilievo nella nostra bacheca sono i post degli amici con cui interagiamo di più o che hanno generato numerosi mi piace o commenti. Nonostante ciò questi post vengono letti generalmente da poco più del 10% dei contatti di una persona, ecco perchè la “necessità” d’inserire un metodo per far apparire più a lungo determinati post in cima alla homepage.
Ci si domanda quali utenti potrebbero essere disposti a pagare per tale servizio e la risposta ovvia ci rimanda a possibili interessi commerciali.
Insomma con gli highlights facebook sta cercando in qualche modo di incrementare i mezzi pubblicitari all’interno del social network, e la domanda dunque sorge spontanea “Sarà una furbata in vista dell’imminente entrata in borsa del social netowork?”

Usare Pinterest per fare ricerche di mercato: 4 modi utili

Sfruttare Pinterest per ricerche di mercato

Quanto conosci I tuoi client? Focalizzarsi sulle ricerche di mercato e dare ascolto ai social sono metodi per conoscere i tuoi clienti e stare al passo con i loro interessi, i quali si sa che cambiano continuamente.
Questi dati servono principalmente per decidere le nuove strategie di marketing oppure sviluppare nuovi prodotti.
Attualmente Pinterest è uno strumento che può essere utilizzato a tale scopo, per monitorare e capire cosa c’è oggi nella testa dei tuoi clienti. Infatti Pinterest può essere utilizzato per trarre aiuto nella ricerca sui prodotti, ispirazione per nuovi contenuti, e persino migliorare l’usabilità di un sito.
Ci sono 4 aree essenziali dalle quali partire per fare una ricerca di mercato tramite Pinterest: categorie, regali, descrizioni e bacheche.

Categorie
Pinterest organizza i propri pin all’interno di categorie che vanno dall’architettura ai matrimoni. Le categorie stesse si prestano ad un ascolto sociale in quanto sono un modo rapido per capire quali contenuti sono più popolari in una determinata nicchia. In più c’è la categoria generale, la quale aiuta a vedere quali sono i pins più popolari sul social network.
Un graphic designer può monitorare le idee più popolari per quanto riguarda le stampe e i poster semplicemente esaminando il contenuto della categoria. Di questi pin si può dare anche un’occhiata ai commenti sotto per capire come gli utenti si relazionano a quel tipo di elemento e come migliorare dunque questo tipo di prodotto. Le categorie possono anche aiutare nella ricerca di mercato, infatti se stai tentando di espanderti in un nuovo mercato prova ad utilizzare Pinterest per cercare contenuti relativi a quel tipo di industria. La sezione dei Pins popolari ti potrebbe persino aiutare ad identificare il tipo di prodotto o elemento da inserire all’interno del tuo sito.

Regali

La sezione regali (gifts) è come una vetrina aperta al mondo. Basta fare una ricerca per vedere se i tuoi competitors stanno cominciando a vendere su Pinterest.
La ricerca sui prodotti può essere fatta anche esaminando i prodotti presenti in quest’area. Ci sono prodotti che ricevono più pins di altri? Questi sono i prodotti che dovresti vendere nel tuo negozio.

Descrizioni

Se non l’hai già fatto, controlla se ci sono pins che gli utenti hanno condiviso direttamente dal tuo sito, questo può essere fatto con l’indirizzo pinterest.com/source/tuodominio.com. Le descrizioni che gli users mettono condividendo le immagini dal tuo sito, possono essere ottimi dati.
Nella descrizione puoi facilmente vedere come gli utenti descrivono le immagini e i tuoi prodotti ai loro amici. Cerca di usare queste informazioni per le tue future campagne di marketing come ispirazione e per relazionarti ai tuoi clienti in modo più efficace usando il loro stesso linguaggio.
Le descrizioni possono anche aiutarti a migliorare i tuoi prodotti in quanto frasi come “vorrei che questo avesse quest’altro” oppure “mi piacerebbe vederlo abbinato con…” possono rivelarsi davvero utili per capire cosa vogliono gli utenti dal tuo prodotto.

Bacheche
Vedere come gli uteti organizzano le proprie bacheche su Pinterest può essere un modo utile per capire come migliorare l’organizzazione del tuo sito web. Esaminare anche i nomi che vengono dati alle bacheche può essere fonte di ispirazione per nuovi contenuti o termini di ricerca.

Insomma Pinterest può essere utilizzato per scoprire un’infinità di dati utili alle ricerche di mercato. E tu hai già utilizzato Pinterest ai fini di marketing? In che modo ti è stato utile?

Twitter in arrivo e-commerce e contest per le brand pages?

Le nuove funzioni che twitter aggiungerà alle brand pages… forse…

Era solo scorso dicembre quando twitter ha introdotto le brand pages di cui Nike, Mc Donald e American Express sono stati i primi utilizzatori. Ma già da gennaio le aziende che hanno scelto di utilizzare le brand pages di twitter si sono moltiplicate, spendendo circa 25.000 dollari in pubblicità. Sebbene questo servizio abbia ottenuto diversi consensi, le possibilità che quest’ultimo offre alle aziende sono abbastanza limitate. Sarà proprio per questo che Twitter ha recentemente comunicato agli inserzionisti di aspettarsi notevoli novità entro quest’anno… Voci di corridoio parlano di nuove funzioni per brand pages di twitter tra cui la più interessante di tutte ovvero l’e-commerce, seguita da contest e “lotterie”. Nessuna conferma da parte del social network che a quanto pare sta cercando si mettersi alla pari con facebook.
Sebbene numerose aziende abbiano aderito al servizio c’è da dire che molti manager di quest’ultime si siano dichiarati scettici sull’effettiva utilità di queste pagine nel formato attuale. Ecco che quindi twitter si è messo subito a lavoro per potenziare il servizio e se effettivamente questo avverrà introducendo la funzione e-commerce potrebbe veramente diventare un salto di qualità per il social network.

Pinterest batte Google Plus come generatore di traffico

Pinterest in ascesa batte google plus

Dimenticate Google Plus perchè Pinterest è il nuovo social network del momento!
Numerosi report rivelano che gli utilizzatori di Pinterest stanno aumentando sempre di più e che quest’ultimo porti molto più traffico a siti esterni rispetto ad altri social come google plus, linkedin, Reddit e Youtube.
Ci si domanda dunque se Pinterest potrebbe diventare il concorrente diretto di Facebook e Twitter e la risposta è un “forse” ma con un lungo cammino davanti.
Secondo Shareaholic, il quale raccoglie dati da provenienti da più di 200.000 editori e 260 milioni di visitatori unici al mese, il traffico proveniente da Pinterest sia passato dal 2,5% di dicembre al 3,6% a gennaio, una crescita impressionante considerando lo 0,17% del mese di lugloio 2011. Tali dati sono molto interessanti soprattutto se consideriamo invece la somma di youtube 1,05%, Reddit 0,83%, Google plus 0,22%, LinkdIn 0,20%, e Myspace 0,01%.
Naturalmente in quanto a traffico proveniente dai social il primato resta quello di facebook con 26,4% e a tutto l’insieme degli altri prodotti google vale a dire immagini, news, gmail etc. D’altro canto però abbiamo visto come a partire dal 26 Novembre Pinterest abbia cominciato ad inseguire giganti come youtube, facebook, twitter.
Che dire quindi sarà il caso di cominciare ad utilizzare Pinterest e vedere nelle statistiche analytics in quanto tempo comparirà tra le sorgenti di traffico?

Cos'è Pinterest e come funziona

Cos’è Pinterest? Vi presentiamo il possibile Social network del momento

Dopo il successo di facebook pare che il mondo dei Social si stia ampliando sempre di più tentando di battere il “libro delle facce” più famoso del mondo. Tra nascituri nessuno è riuscito a risaltare se non Pinterest il quale pare che secondo diverse voci stia diventando molto popolare.
Ma Cos’è Pinterest?
Avete presente le bacheche di sughero dove si appendono note, appunti e foto con le puntine? Ecco questo è Pinterest solo che invece di trovarsi sul muro o sul frigo si trova online.Il nome deriva da “pin” puntina e da “interest” interesse rendendo già l’idea dell’utilità del social network vale a dire “appuntare” i propri interessi in bacheca.
Ed è proprio questo lo scopo primario di Pinterest vale a dire avere una bacheca dove poter condividere e catalogare i propri interessi sotto forma di immagini, video, note e links. Proprio la catalogazione fa si che Pinterest unisca persone appassionate degli stessi argomenti i quali possono ricondividere i contenuti altrui e anche commentare o utilizzare il “Mi piace” alla facebook.

Come funziona Pinterest?

La consultazione dei contenuti già presenti su Pinterest è libera ma per aggiungerne propri è necessaria la registrazione la quale attualmente è solo su invito. Infatti dalla homepage è possibile cliccare per richiedere appunto l’invito ad iscriversi al social network.
Una volta attivato il proprio account si può personalizzare il proprio profilo e iniziare a condividere i propri interessi utilizzando anche un comodo segnalibro installato al browser che consente di condividere i contenuti su Pinterest man mano che si naviga in rete.
Il bello di Pinterest è che ogni utente non limitato ad un’unica bacheca ma può gestirne più contemporaneamente. Inoltre naturalmente può navigare ed interagire con le bacheche degli altri utenti con gli stessi interessi.

Insomma per ora sembra che Pinterest stia guadagnando diversi consensi e tu che ne pensi? Potrà Pinterest “distinguersi dalla massa” o sarà il consueto buco nell’acqua?

Ultimi post

Corso Web Marketing Strategy Padova

Per chi lavora nel campo del web marketing, vorrebbe lavorarci o coglie ora più

Le strategie di link building

Le strategie di link building molto spesso sono portate avanti in modo a dir poc

Info

RYHAB S.a.s.
Via Croce di Piperno,6
(80126) Napoli
Telefono: 081 588-11-68
Fax: 081 214-28-80