Come acquistare un dominio

Molto spesso nel momento in cui si prende la decisione di acquistare un dominio, la prima motivazione è legata alla volontà di dare vita ad un sito da porre online, ma, in verità, un dominio non corrisponde ad un sito web. L’intera procedura di registrazione di un dominio, in effetti, può essere considerata anche solo come un modo per occupare un nome a cui probabilmente abbiamo bisogno di dare protezione. Acquistando un nome a dominio, infatti, ci troviamo assicurati che quel determinato nome non possa essere acquisito da altri, avendo poi la libertà, quindi, di conseguire, in un secondo momento, i servizi che più desideriamo, come un negozio di e-commerce per esempio, un blog o anche un sito vetrina. Questa procedura in gergo informatico è chiamata “parcheggiare un dominio”. Per cui, se il vostro obiettivo è solo quello di porre al sicuro un nome ben preciso sarà sufficiente procedere all’effettuazione della registrazione, successivamente, all’acquisizione del dominio ma senza comprare anche l’hosting, ossia lo spazio per diffondere il vostro sito. Se, invece, la vostra intenzione è quella di pubblicare nell’immediato le vostre pagine è necessario uno spazio su un server che accoglierà appunto fisicamente tutti i contenuti del vostro sito, come ad esempio le pagine, i programmi, le immagini, i database ecc. Ti serve un cambio valuta. Una volta stabilito il nome e aver controllato che esso sia libero è possibile procedere alla scelta del provider grazie al quale effettuare la registrazione. Ogni qualvolta si ha l’intenzione di registrare un dominio, di grande importanza, è il controllo della possibilità di utilizzo del nome. A tal scopo vi sono siti che danno dei suggerimenti in alternativa al nome che si è scelto e che non risulta disponibile. In particolare, per constatare la disponibilità o meno del domino è possibile controllare, in maniera diretta, i vari database whois esistenti in rete.
Fonte

Viral Marketing: tutte le tipologie di marketing virale

Viral Marketing: tipologie ed efficacia

Il viral marketing sta prendendo sempre più piede, rivelandosi una delle tecniche migliori e più innovative di marketing. Il viral marketing è in realtà un settore molto esteso che comprende al suo interno una serie di tipologie diverse di marketing virale, simili per molti aspetti ma differenti negli effetti prodotti.
In linea di massima si suole dividere il viral marketing nelle seguenti tipologie:
• Value Viral Marketing
• Vile Viral Marketing
• Guile Viral Marketing
• Spiral Viral Marketing

Viral Marketing: il Value e il Vile Marketing

Il Value Viral Marketingè una delle tecniche di marketing virale più diffuse e utilizzate. Questa particolare tipologia di marketing virale si caratterizza per l’uso del passaparola e si origina in maniera del tutto spontanea senza, quindi, che il passaparola venga incoraggiato. In questo caso il passaparola viene determinato dalla tipologia del prodotto che deve essere non solo di qualità ma anche capace di incoraggiare la condivisione delle informazioni da parte degli utenti. L’aspetto principale del Value Viral Marketing è quindi il fatto che word mouth non si origina dalla messa in atto di una campagna pubblicitaria ma da una condivisione spontanea delle informazioni relativamente a quel prodotto da parte degli utenti che lo hanno testato. L’unico aspetto nel quale è possibile intervenire è quello di facilitare l’avvio della campagna value.
Il Vile Viral Marketing è simile al Value ma se ne differenzia per la tipologia di valutazione che il consumatore esprime in relazione al prodotto. In questo caso, infatti, gli utenti che hanno testato un determinato prodotto e non ne sono rimasti soddisfatti informano gli altri della loro esperienza negativa. E’ chiaro che si tratta di una campagna di buzz negativo che nasce dagli utenti e non viene incoraggiato da chi si occupa della campagna di marketing del prodotto.

Viral Marketing: il Guile e lo Spiral Marketing

Il Guile Viral Marketing si basa sull’uso di incentivi, come sconti e omaggi, che hanno come scopo quello di motivare gli utenti a diffondere un determinato messaggio pubblicitario, generando un buzz. E’ questa una tecnica che si sta diffondendo con sempre maggior frequenza ed uno dei motivi che spinge le aziende a ricorrervi è il basso costo rispetto alle campagne pubblicitarie tradizionali.
Lo Spiral Viral Marketing è un’altra tecnica di marketing attuata in maniera del tutto spontanea. Una peculiarità dello Spiral Marketing è data dalle caratteristiche del messaggio virale e dalla motivazione che spinge gli utenti a diffonderli. In questo caso, infatti, gli utenti veicolano un determinato messaggio perché lo ritengono spiritoso e divertente. Si tratta quindi di una tipologia di viral marketing molto particolare, creata ad hoc dai marketers e che non può essere utilizzata per promuovere un prodotto.

Ultimi post

Corso Web Marketing Strategy Padova

Per chi lavora nel campo del web marketing, vorrebbe lavorarci o coglie ora più

Le strategie di link building

Le strategie di link building molto spesso sono portate avanti in modo a dir poc

Info

RYHAB S.a.s.
Via Croce di Piperno,6
(80126) Napoli
Telefono: 081 588-11-68
Fax: 081 214-28-80